Sommario sezioni

logo del Comune di Ferrarahome page del Comune di Ferrara

diminuisci testo ingrandisci testo alto contrasto versione grafica
 


salta il motore di ricerca e vai al menu Info e Schede
InformaHandicap - Centro H
salta il percorso e vai ai contenuti
sei in: Centro H / C.A.A.D. > Bollettini Informativi > Anno 2004 > Bollettino 03 Dicembre 2004

salta i contenuti e vai alle validazioni w3c

Bollettino 03 Dicembre 2004

Centro H
SOMMARIO:
315_2004 La Fish: perché ancora tagli alle pensioni di invalidità?
316_2004 Confort e sicurezza per i tuoi viaggi
317_2004 Amministrazione di sostegno": seminario a Milano
318_2004 Tempo libero e disabilità. Oltre il deserto relazionale.
319_2004 Convegno 3/12/2004 a Bologna: Arricchire il lavoro di cura
320_2004 Ciclo di laboratori sulla disabilità
321_2004 Torino: Ability Tecnhelp
322_2004 L'abuso sessuale sui minori disabili
323_2004 Il 4 Dicembre convegno della DI.DI.A.PSI: "Utenti, familiari e associazioni si confrontano con il Piano Regionale Salute Mentale"
324_2004 9 Dicembre convegno a Crema: "L'inserimento lavorativo del disabile nel territorio cremasco"
325_2004 3 Dicembre 2004: Giornata Internazionale delle Persone Disabili
326_2004 Percorsi di vita delle persone con Disabilità
327_2004 Un ponte per minare le Barriere nella Comunicazione
328_2004 La Porta Intelligente è già sul mercato
329_2004 Spazio Libri

--------------------------------------------------------------------------------

315_2004
La Fish: perché ancora tagli alle pensioni di invalidità?

Secondo il rapporto di monitoraggio per le spese pensionistiche, la spesa per le pensioni di invalidità è scesa del 4,5 per cento del 2003. La federazione italiana per il superamento dell'handicap chiede quindi al ministro Maroni i motivi dei tagli alla spesa per le persone con disabilità.

Per l'intero articolo:
http://new.dsonline.it/aree/welfare/documenti/dettaglio.asp?id_doc=21698

Fonte:
http://www.redattoresociale.it

--------------------------------------------------------------------------------

316_2004
Confort e sicurezza per i tuoi viaggi

Strade dissestate, buche, brusche frenate sono un enorme pericolo per le persone in carrozzina.
Quando poi si parla di incidenti, il rischio può essere anche mortale: un rischio che si moltiplica per chi non può usufruire degli stessi strumenti di protezione realizzati per i viaggiatori sui sedili.
La soluzione c'è: QRT DELUXE, un sistema di ancoraggio e di cinture di sicurezza che garantisce anche ai passeggeri trasportati in carrozzina un elevatissimo livello di protezione. Sicurezza, comfort e tranquillità che nascono dall'esperienza di Q'Straint, leader internazionale per i sistemi di sicurezza per le carrozzine e da Tecnodrive tra più importanti allestitori di automezzi in Italia.

Per maggiori informazioni:
http://www.disabiliforum.com/prodotti/Qstraint/cinture.htm?imk=cinture

Fonte:
http://www.disabili.com

--------------------------------------------------------------------------------

317_2004
Amministrazione di sostegno": seminario a Milano

"Amministrazione di sostegno: dalla legge alla persona": questo il tema del seminario che si terrà il prossimo 10 dicembre a partire dalle ore 9.15 nel Centro Congressi della Provincia di Milano (via Corridoni 16, Milano).

Per tutte le informazioni:
http://www.cisvol.it/modules.phpop=modload&name=
News&file=article&sid=200&mode=thread&order=0&thold=0


Fonte:
http://www.cisvol.it

--------------------------------------------------------------------------------

318_2004
Tempo libero e disabilità. Oltre il deserto relazionale.

Il tempo libero come specchio della diversabilità. Se ne è parlato nel convegno promosso da I Tuoi Amici, da Volamos, con il sostegno dell’Associazione Volontariato Comasco-Centro Servizi per il Volontariato, che ha partecipato ai lavori con il presidente Fiorenzo Gagliardi. Il titolo? «Vengo anch’io. Il tempo libero: una qualità da riconoscere anche per la persona disabile», che si è tenuto lo scorso venerdì presso un’affollatissima Villa Gallia, a Como. «Nella nostra società il tempo libero è una dimensione schiacciata, compressa. Occorre recuperare una visione del tempo libero come risorsa da investire su noi stessi. Il tempo libero per le persone disabili è differente, nel senso che è diversa la concezione del tempo libero per un disabile fisico e uno cognitivo. Questo per arrivare a dire che il tempo libero è uno spazio da soggettivizzare. E’ improponibile standardizzarlo», sottolinea Annamaria Bianchi Cesareo, presidente de Il Mosaico e di Oasi Mosaico 2000. «I gusti come i servizi non possono essere omologati, devono tenere in considerazione esigenze e tempi diversi».

Per maggiori informazioni:
http://www.csv.como.it/notizie/25novembre04.htm

Fonte:
http://www.csv.como.it

--------------------------------------------------------------------------------

319_2004
Convegno 03 dicembre 2004 - Arricchire il lavoro di cura:

le esperienze di nuove attività tra valore terapeutico e benessere delle persone. Terapie Assistite dagli animali, Arteterapie, Ergoterapie, Terapie psicocorporee, Aumentare la capacità assistenziale attraverso un approccio olistico alla persona, sala Auditorium della Regione Emilia-Romagna - Viale Aldo Moro, 18 - Ore 9,00-17,30
Bologna.

L´iniziativa costituisce una rassegna attraverso le terapie "altre", sempre più numerose e diffuse.
Le nuove pratiche, fondate su una visione olistica dell´essere umano, si collocano tra terapia e benessere della persona, costituendo una preziosa opportunità di arricchimento delle possibilità di cura e della capacità assistenziale all´interno della rete dei servizi.
Le nuove attività interessano ambiti sempre più ampi, dalla riabilitazione in campo sanitario, all´inserimento- reinserimento sociale in campo socio-riabilitativo. La progressiva diffusione delle nuove pratiche, sia a livello nazionale che europeo, ha fatto emergere la necessità di una normativa specifica in materia. Nel 2001 è stata elaborata la prima proposta di legge, (n. 1753/2001), "Norme a favore dell´utilizzo degli animali a fini terapeutici attraverso il rapporto intersoggettivo e coterapeutico tra l´uomo e l´animale", a cui sono seguite altre due proposte di legge, combinate, nel 2003, nel Testo Unificato "Disciplina delle attività e delle terapie assistite degli animali", attualmente all´esame delle Commissioni. Un primo passo importante verso la valorizzazione ed il riconoscimento di questo nuovo strumento di cura.
Il convegno intende centrare l´attenzione anche su altre attività, ovvero su tutte quelle forme di intervento che rappresentano validi arricchimenti alle possibilità di cura, insieme ai tradizionali approcci, in campo riabilitativo, medico e sociale.
L´iniziativa costituisce un´opportunità di riflessione sulle prospettive del progetto di legge nazionale e di diffusione di esperienze significative. A partire da questa riflessione, la Regione, intende promuovere e sostenere l´avvio di attività, incentivare la diffusione del loro utilizzo, sostenere una riflessione sull´efficacia degli interventi ed elaborare linee di sviluppo a livello regionale.
Attraverso il link in fondo al presente articolo è possibile ottenere l´invito in formato .pdf
L´iscrizione è gratuita e può essere effettuata
A mezzo fax al n 051/6166583 - Per posta elettronica: comunicazione@iesgroup.it - Per telefono al n. 051/6166722.

Per maggiori informazioni contattare la segreteria organizzativa.
Segreteria Organizzativa:
IeS Group srl
Via Garibaldi, 15
40069 Zola Predosa (BO)
Tel. 051/6166722 - Fax 051/6166583
comunicazione@iesgroup.it

Segreteria Tecnico-Scientifica
Regione Emilia-Romagna - Assessorato Politiche sociali
Servizio Pianificazione e Sviluppo dei Servizi Sociali e Socio-sanitari
Dott. ssa Antonella Carafelli - Dott. Raffaele Fabrizio
demenze@regione.emilia-romagna.it
tel. 051/6397471

Per scaricare il programma/invito:
clicca qui

Fonte:
http://www.csvferrara.it

--------------------------------------------------------------------------------

320_2004
Ciclo di laboratori sulla disabilità

L'Università della Valle d'Aosta ha organizzato un ciclo di laboratori sulla disabilità.
Cinema e disabilità, disabilità cognitiva, modificabiltà cognitiva, disabiltà sensoriale, disabilità della comunicazione software didattico per la disabilità, laboratorio sulla disabilità fisica, ausili e tecnologie per la disabilità e metodi e tecniche per l'integrazione scolastica sono i temi dei laboratori che si svolgeranno presso l'Università nei mesi di novembre, dicembre e nel 2005.

Per informazioni:
è possibile contattare l'Ufficio supervisori del tirocinio dell'Università della Valle d'Aosta al seguente numero di telefono: 0165/306743

Fonte:
http://www.csvferrara.it

--------------------------------------------------------------------------------

321_2004
Torino: Ability Tecnhelp

Dal 3 al 5 dicembre 2004 si svolgerà a Torino presso il Lingotto, Tecn Help, il salone delle tecnologie e del volontariato: aziende, associazioni al servizio del sociale.
L'iniziativa giunta alla sua decima edizione è una mostra di progetti, ausili e tecnologie per disabili e anziani.
Prima del suo genere in Italia, è nata dalla volontà espressa dalle persone disabili e dalle loro famiglie di favorire una migliore informazione sugli ausili tecnologici, le convenzioni statali, i servizi e le attività sportive disponibili sul territorio nazionale.

Per ulteriori informazioni:
http://www.ability-tecnhelp.it

Fonte:
http://www.csv.vda.it

--------------------------------------------------------------------------------

322_2004
L'abuso sessuale sui minori disabili

... è un argomento di cui si parla poco e su cui si scrive ancor meno. La difficoltà a reperire informazioni su questo argomento potrebbe far ben sperare che il fenomeno sia quasi inesistente. Ma le informazioni reperite danno una prospettiva del fenomeno che, purtroppo, è alla lunga maggiore di qualsiasi previsione.
Solo negli ultimi 15 anni si parla, si studia e si affronta clinicamente il fenomeno dell'abuso ai danni di bambini portatori di disabilità.
Le principali ricerche/intervento sono state condotte negli Stati Uniti, quindi i dati si riferiscono alla popolazione statunitense.
Da questi dati emerge chiaramente che i bambini portatori di disabilità, fisica o psichica che sia, sono più vulnerabili e soggetti a subire abusi.
Nello speciale del sito http://www.disabili.com, oltre a preziose indicazioni e interessanti interviste, troverete informazioni sulla situazione italiana: dati e risultati che ci fanno essere poco ottimisti.
E se gli ultimi fatti di cronaca hanno portato alla ribalta questo drammatico fenomeno, non dimentichiamoci che gli abusi sessuali riguardano sempre più spesso molti bambini. Nel nostro Paese ogni giorno due minori sono oggetto di abuso. Significa che vengono usati, derubati della loro dignità e della loro infanzia.
I dati sono allarmanti, perché gli abusi sessuali sui minori registrano, di anno in anno, un continuo aumento. E questo nonostante le leggi varate negli anni e volte a garantire una sempre maggiore e articolata protezione del bambino.

Per saperne di più:
http://www.disabili.com/content.asp?Subc=9524&L=1&idMen=54

Fonte
http://www.disabili.com

--------------------------------------------------------------------------------

323_2004
4 Dicembre convegno della DI.DI.A.PSI:

"Utenti, familiari e associazioni si confrontano con il Piano Regionale Salute Mentale"
E' questo il tema del convegno che, promosso da DI.DI.A.PSI (difesa diritti ammalati psichici), si terrà al Centro pastorale di Cremona sabato 4 dicembre a partire dalle ore 14.30.

Per tutti i dettagli
clicca qui

Fonte
http://www.cisvol.it"

--------------------------------------------------------------------------------

324_2004
9 Dicembre convegno a Crema: "L'inserimento lavorativo del disabile nel territorio cremasco"

E' fissato per giovedì 9 dicembre alle ore 21 nella Galleria del primo piano del Palazzo Comunale di Crema, il convegno dedicato a "L'inserimento lavorativo del disabile nel territorio cremasco". Il convegno è promosso dalla Consulta comunale sull'handicap del Comune di Crema, in collaborazione con il CFP (il Centro di formazione professionale).

Per tutti i dettagli:
clicca qui

Fonte
http://www.cisvol.it"

--------------------------------------------------------------------------------

325_2004
3 Dicembre 2004: Giornata Internazionale delle Persone Disabili

Si celebra il 3 dicembre la Giornata internazionale delle persone disabili. Il messaggio del Segretario generale delle Nazione Unite, Kofi Annan: “L'obiettivo è una piena ed uguale partecipazione alla vita sociale e alle attività di sviluppo”.

Altre informazioni:
http://www.runic-europe.org/italian/News/sg_disabledday2004.html

Fonte:
http:://www.redattoresociale.it

--------------------------------------------------------------------------------

326_2004
Percorsi di vita delle persone con Disabilità


Le Associazioni di famiglie del CEOD del Villaggio S Antonio, dell’IRPEA, e dei CEOD dell’ULSS 16 organizzano martedì 7 Dicembre ore 9 presso la Sala dello Studio Teologico della Basilica del Santo un convegno sul tema dell’ autonomia dalla famiglia delle persone con disabilità.

L’obiettivo dell’incontro è offrire uno spazio di riflessione e di confronto che possa orientare poi le scelte quotidiane ai vari livelli, sul percorso di autonomia della persona disabile e sulla problematica del DOPO di NOI con un’analisi dei bisogni, delle aspettative e della realtà.

Per maggiori Informazioni:
Segreteria organizzativa Villaggio S. Antonio Centro Studi “Iqbal Masih” Via Cappello, 79 Noventa Padovana Tel. 049.625066 Fax 049.625751, info@villaggiosantantonio.org

Fonte:
http://www.csvpadova.org

--------------------------------------------------------------------------------

327_2004
Un ponte per minare le Barriere nella Comunicazione

Più autonomia alle persone sorde grazie al un progetto nazionale primo nel suo genere
"Vogliamo parlare direttamente con le altre persone, senza mediatori, senza dover chiedere ogni volta la carità.
Vogliamo parlare noi con il nostro dottore, con gli uffici, con gli amici": parla così Ida Collu, presidente dell'ENS, in occasione della presentazione del Servizio Ponte Telefonico Nazionale.
Un progetto rivolto all'abbattimento delle barriere della comunicazione, all'integrazione delle persone sorde, alla crescita dei servizi di utilità sociale per le persone con disabilità uditiva.
"Una disabilità sottovalutata la nostra" spiega la Collu, "perchè invisibile: è sensoriale e non caratterizzata da una simbologia evidente come succede per le altre disabilità.
I non vedenti hanno il bastone bianco, i disabili motori la sedia a rotelle, la sordità invece si manifesta nella comunicazione".
Ed è grave, perchè coinvolge l'intera sfera comunicativa, sociale, educativa, culturale dell'individuo e innalza barriere invisibili tra le persone sorde e il mondo esterno, escludendole dalla vita sociale.
Se poi si pensa alla società in cui viviamo, la società dell'informazione, della comunicazione, della globalizzazione, se inseriamo la sordità in questo contesto, ci rendiamo conto che è tutt'altro che una "disabilità lieve".

L'impiego delle nuove tecnologie può abbattere questa barriera, abolire questa esclusione.
E' questo l'obiettivo del Progetto Ponte Telefonico, nato dalla collaborazione tra l'Ente Nazionale Sordomuti e l'Assessorato alle Politiche Sociali, Volontariato e Non Profit della Regione Veneto, con l'apporto tecnico di Telecom e Tectel.

Come funziona
A partire da dicembre quattro operatori saranno attivi nelle quattro postazioni messe a disposizione nei locali della Sezione Provinciale ENS di Padova.
Ciascuno avrà un DTS per permettere la comunicazione via voce e via testo in tempo reale.
Una persona sorda che vuole parlare ad una udente chiama tramite DTS il Numero Verde. L'operatore del centro accoglie la telefonata in formato "testo DTS" e, sulla linea telefonica in uscita, contatta via voce la persona udente.
A questo punto l'operatore informa "via testo" la persona sorda che il contatto è stato stabilito e che può avere inizio la conversazione.
Da questo momento tutte le richieste scritte vengono comunicate vocalmente all'udente e, viceversa, le risposte in voce verranno inviate dall'operatore tramite DTS alla persona sorda.
Gli operatori non sono scelti a caso: la selezione sta avvenendo in questi giorni e i prescelti dovranno seguire un serio percorso di formazione: impareranno ad utilizzare il DTS e, soprattutto, impareranno le caratteristiche della comunicazione dei sordi.

Niente paura per il prezzo della bolletta: il Servizio Ponte ha proprio tutte le caratteristiche di un servizio sociale, perchè è totalmente gratuito per tutti coloro che abitano in Veneto.
Per loro basterà comporre il Numero Verde 800 011 805 e mettersi in contatto con qualsiasi persona su tutto il Territorio nazionale.
Per chi chiama fuori dal Veneto il numero è 049 684863 e il costo è quello di una normale telefonata interurbana.
E per seguire le esigenze di mobilità di tutti, il Servizio Ponte sarà attivo anche per il telefono cellulare: il numero in questo caso è 335 1558230 al costo di una telefonata, secondo il piano tariffario prescelto.

Il servizio sarà attivo in via sperimentale a partire da dicembre, dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 15.30 alle 19.30 e il sabato dalle 9.00 alle 13.00.
E' vero, in molti altri Paesi europei il Servizio Ponte è già attivo da diversi anni, in alcuni anche 24 ore su 24: noi siamo un po' in ritardo, ma la strada che questo progetto si appresta a iniziare sembra condurre verso grandi obiettivi.
"Come quello di sentirci un po' meno sordi, un po' meno disabili: sembrerà come di abbattere le barriere della nostra disabilità", il commento finale di Ida Collu.

Per tutte le informazioni:
Sito ufficiale dell'ENS

ENS di Padova
Via Luigi Cadorna 26
35123 Padova (PD)
Sito web http://www.enspadova.it
E-mail delegato@enspadova.it

Assessorato alle Politiche Sociali, Volontariato e Non Profit della Regione Veneto
Sito web http://www.venetosociale.com

Fonte
http://www.disabili.com

--------------------------------------------------------------------------------

328_2004
La Porta Intelligente è già sul mercato

Una valida soluzione per la casa e per i piccoli ambienti
Come ogni idea originale e innovativa deve tutto alla sua semplicità.
Cos’è? Si tratta di una porta, a prima vista assolutamente uguale ad una normalissima porta a battente tradizionale.
Ma provate ad aprirla, e capirete.
Infatti questo brevetto, Ergon, consente un movimento dell'anta non più circolare, ma rototraslante.
L'anta non è incernierata in fondo, ma scorre lungo la guida, ruotando.
Attenzione: questo vuol dire, ad esempio, che riduce gli spazi necessari del 50%, rendendo accessibili anche locali molto piccoli (è spesso il caso dei servizi igienici, come ben si sa).
Non è l'unico vantaggio per la persona in carrozzina. Pensate a quando avete una porta che dovete aprire verso di voi.
Allora, per capirci: bisogna avvicinarsi alla maniglia, tirare aprendo l’anta completamente, e al contempo spostarsi indietro togliendo la carrozzella dal raggio d’azione della porta. Poi passare, con una mano ancora sulla maniglia, se bisogna chiudere la porta dietro di sé.
L’alternativa per chiudere è passare, girarsi di 180°, rientrare per una buona metà, fino a raggiungere con la mano la maniglia, e tirarla a sé, sempre spostandosi all’indietro contemporaneamente.
Va detto che con aperture accessibili (oltre i canonici 80 cm) spesso si hanno ante molto pesanti, il che contribuisce al disagio.
Col sistema Ergon, invece, la trafila è quel tanto più semplice: arrivi alla porta, spingi, esci (o entri), e rispingi per chiudere, perché l’anta si apre indifferentemente in entrambi i sensi.
Anche nel confronto con altre tipologie di porte, la soluzione Ergon è competitiva: rispetto alle porte scorrevoli, ad esempio, non necessita di una parete lunga da permettere lo scorrimento dell’anta, e nel caso della soluzione a scomparsa non ha la controindicazione della sporcizia, che si accumula nel vano interno alla parete.

Oltre al recupero di spazio che consente, la Ergon, infatti, ha un prezzo comparabile con quello di una normale porta, a parità di finiture.
Chi progetta locali accessibili già ne fa uso, perché il risultato è competitivo anche rispetto alle porte a soffietto, per dire, ed esteticamente è una soluzione di prima qualità.

Per tutte le informazioni:
Celegon S.A.S.
via Galileo Galilei, 6 Z.I.
30035 Mirano (Ve)
Tel. 041 5728404
Fax 041 5728522
E-mail info@celegon.it

Fonte
http://www.disabili.com

--------------------------------------------------------------------------------

329_2004
Spazio Libri


PSICOTERAPIA
Hans Dieckmannn
"Fiabe e simboli"
Roma, Edizioni Magi, 2003
Una interpretazione delle Mille e una notte che tiene conto non solo delle affinità con il mondo orientale ma anche dei legami con le fiabe e i miti europei e delle analogie delle fiabe con i sogni, le visioni e le fantasie dei pazienti in terapia analitica.

PROFESSIONI
Franco Cambi e altri
"Le professionalità educative"
Roma, Carocci, 2003
Un'occasione per ripensare e orientare le professioni educative, complesse e personali ad un tempo, sottoponendole ad una radicale e organica ridefinizione che ne delinei un'identità riflessiva e problematica.

SCUOLA
Liliana Leone, Miretta Prezza
"Costruire e valutare i progetti nel sociale"
Milano, FrancoAngeli, 1999
Il volume, pur privilegiando la dimensione metodologica, focalizza l'attenzione anche sulle altre dimensioni del processo di progettazione e valutazione, da quella valoriale, cognitiva ed emotiva a quella organizzativa e legata agli aspetti relazionali.

...per avere questi libri...
Se desiderate leggere questi libri... potete ovviamente acquistarli... oppure consultare il Catalogo del Polo ferrarese dell'SBN (Servizio Bibliotecario Nazionale); è il catalogo collettivo delle biblioteche civiche di Ferrara in cui potete ricercare se il volume desiderato è presente in una delle biblioteche aderenti al Polo e se è disponibile per il prestito.

Fonte:
Centro H Ferrara
mailing-list CRH Comune Bologna




vai al sommario della pagina
 

salta le informazioni sulla redazione e vai alle validazioni W3C
Ultima modifica: 01-08-2006
REDAZIONE: Centro H - Informahandicap
E-MAIL: info@centrohfe.191.it

 


Servizio Sistemi Informativi - Sviluppo Comunicazioni
Redazione WWW - Via Monsignor L. Maverna, 4 - 44122 Ferrara