Sommario sezioni

logo del Comune di Ferrarahome page del Comune di Ferrara

diminuisci testo ingrandisci testo alto contrasto versione grafica
 


salta il motore di ricerca e vai al menu Info e Schede
InformaHandicap - Centro H
salta il percorso e vai ai contenuti
sei in: Centro H / C.A.A.D. > GUIDA alle agevolazioni, ai servizi e alle risorse > Lavoro e formazione professionale > Obblighi di legge: inserimento lavorativo persone disabili

salta i contenuti e vai alle validazioni w3c

Obblighi di legge:inserimento lavorativo persone disabili

GUIDA del Centro H
Le aziende sono tenute ad avere alle proprie dipendenze lavoratori disabili (quota di riserva) nelle seguenti proporzioni:
NUMERO DI DIPENDENTI dell’azienda (art.4 L.68/99 e art.3 D.P.R. 333/2000 NUMERO DIPENDENTI DISABILI
Fino a 14 dipendenti nessuna
15-35 1 (per i datori di lavoro privati, obbligo solo in caso di nuove assunzioni)
36-50 2
Oltre i 50 7% dei lavoratori occupati



I datori di lavoro devono presentare agli uffici competenti la richiesta di assunzione entro 60 giorni dal momento in cui sono obbligati all’assunzione di lavoratori disabili. (Art. 9 L. 68/99).

Per chi assume lavoratori disabili, che vi sia obbligato o meno, si applicano le seguenti agevolazioni:
* Fiscalizzazione dei contributi previdenziali ed assistenziali: in misura totale e per 8 anni nel caso di lavoratori con invalidità superiore al 79%, o con minorazioni di cui al DPR 915/78, o con handicap intellettivo e psichico; nella misura del 50% e per 5 anni per invalidità tra il 67% e il 79%;
* Rimborso forfettario parziale delle spese sostenute per trasformare il posto di lavoro in base alle esigenze dell’invalido oltre il 50%, per apprestare il telelavoro o per rimuovere barriere architettoniche;
* Possibilità di assolvere l’obbligo tramite tirocinio finalizzato all’assunzione (di durata non superiore a 24 mesi), lasciando a carico del Fondo regionale per l’occupazione dei disabili l’assicurazione del tirocinante contro infortuni e responsabilità civile.

Si tenga presente che le fiscalizzazioni dipendono da un fondo nazionale, ripartito annualmente su base regionale.

Gli importi delle sanzioni amministrative previste dall'art. 15 comma 1 della legge 68/99 sono state aggiornate con D.M. del 12 dicembre del 2005 e poi con D.M. del 15 dicembre 2010.

Attualmente sono applicate nella seguente misura:

- pagamento di una somma pari a 635,11 euro per ritardato invio del prospetto informativo che le aziende, oltre i 15 dipendenti, sono obbligate ad inviare annualmente agli uffici competenti; tale somma è maggiorata di 30,76 euro per ogni giorno di ulteriore ritardo;
- trascorsi sessanta giorni dalla data in cui insorge l'obbligo di assumere lavoratori disabili, per ogni giorno in cui risulti scoperta la quota d'obbligo, il datore di lavoro è tenuto a versare la somma di 62,77 euro al giorno per ciascun lavoratore disabile non occupato.

Le somme delle sanzioni sono destinate al Fondo regionale per l'occupazione dei disabili e sono adeguate ogni cinque anni con decreto del Ministro del Lavoro.

Le sanzioni amministrative sono disposte dalla Direzione Provinciale del Lavoro competente per territorio a cui spetta anche l'attività ispettiva in materia di assunzioni obbligatorie.

A tal fine, i servizi per il collocamento trasmettono gli atti al servizio ispettivo della Direzione provinciale attivando la procedura prevista dalla legge 24 novembre 1981, n.689, recante: "Modifiche al sistema penale".

Sanzioni per omesso versamento del contributo esonerativo.
I datori di lavoro privati e gli enti pubblici economici che, per le speciali condizioni della loro attività non possono occupare l'intera percentuale di disabili, possono essere parzialmente esonerati dall'obbligo di assunzione, a condizione che versino al Fondo regionale per l'occupazione dei disabili un contributo esonerativo nella misura di euro 30,64 per ogni giorno lavorativo riferito a ciascun lavoratore disabile non occupato.

In caso di omissione totale o parziale del versamento del contributo esonerativo, la somma dovuta può essere maggiorata, a titolo di sanzione amministrativa, dal 5 per cento al 24 per cento su base annua.

Per quanto riguarda gli Enti Pubblici, nei concorsi è riservata agli appartenenti agli elenchi ex Legge 68/99 una quota che può arrivare al 50% dei posti disponibili, e possono essere banditi concorsi riservati a lavoratori disabili.

Altre informazioni specifiche possono essere reperite:
- nelle pagine del sito della Provincia alla sezione DISABILI.
- nelle pagine del sito Superabile.it, a questo indirizzo



accessi alla pagina: 6892 vai al sommario della pagina
 

salta le informazioni sulla redazione e vai alle validazioni W3C
Ultima modifica: 17-07-2013
REDAZIONE: Centro H - Informahandicap
E-MAIL: info@centrohfe.191.it

 


Servizio Sistemi Informativi - Sviluppo Comunicazioni
Redazione WWW - Via Monsignor L. Maverna, 4 - 44122 Ferrara