Sommario sezioni

logo del Comune di Ferrarahome page del Comune di Ferrara

diminuisci testo ingrandisci testo alto contrasto versione grafica
 


salta il motore di ricerca e vai al menu Info e Schede
InformaHandicap - Centro H
salta il percorso e vai ai contenuti
sei in: Centro H / C.A.A.D. > Bollettini Informativi > Anno 2004 > Bollettino 19 Marzo 2004

salta i contenuti e vai alle validazioni w3c

Bollettino 19 Marzo 2004

Centro H
SOMMARIO:

1. FERRARA: al via il progetto formativo sul teatro, rivolto ad operatori e persone disabili
2. FERRARA: "A TEMPO DI MUSICAL" dalla Compagnia "Giovani 90" un Musical recitato anche da persone disabili
3. BOLOGNA: conferenza sul tema "Essere padri, anche disabili
4. Alunni disabili e gite scolastiche: una circolare del ministero dell'istruzione affronata il tema
5. Sentenza: rette per persone con insufficienza mentale; spetta alle ASL l'onere del pagamento degli interventi di carattere sanitario
6. Legislazione - è al via la legge che istituisce l'amministratore di sostegno
7. Da poco insediato l'Osservatorio nazionale sulla disabilità, istituito dal Ministero del Welfare.
8. Concorso Nazionale di cortometraggi prodotti da persone disabili
9. TREVISO: è nato un gruppo di studio su handicap e sessualità
10. Sondaggio sul tema "MOBILITA': AIUTACI A CAPIRE!".
11. Classificazione delle disabilità (ICF): iniziano i lavori del gruppo di coordinamento promosso dal Minisrero del Welfare
12. Campagna informativa sul collocamento obbligatorio: 'Che i diritti prevalgano'
13. Ausili: nasce Eastin, la rete europea degli ausili tecnologici.
14. RASSEGNA STAMPA - I disabili al lavoro: lo insegna un master dell'università di Ferrara

--------------------------------------------------------------------------------

1. Inizia a fine marzo a Ferrara il corso di formazione sul Teatro, rivolto ad operatori e persone disabili.

Nell'ambito dei lavori che l'Area Autonomia del Piano di Zona di Ferrara ha portato avanti sul tema "Oltre e dopo la scuola", si riporta all'attenzione la necessità di collegare le diverse opportunità del territorio così da garantire alle persone disabili un'offerta differenziata come differenziato è il bisogno. Uno degli aspetti prioritari di questo lavoro è stata la necessità di riqualificare i Centri Socio Riabilitativi, soprattutto collegandoli alle altre attività realizzate nel territorio. L'obiettivo è quello di superare l'attuale presenza di situazioni separate e, per così dire, chiuse, creando un sistema di opportunità tra loro connesse, un circuito di possibilità all'interno del quale la persona disabile possa muoversi e trovare risposte.
Fra le proposte si è fatto riferimento ad attività di tipo espressivo, teatro e danza, già positivamente sperimentate da molti operatori in momenti e contesti diversi. Ritenendo estremamente positiva l'opportunità rappresentata dal Progetto di formazione per operatori e persone disabili, presentata dal regista Mirko Artuso e promossa dal Centro Servizi per il Volontariato in collaborazione con altri soggetti (Az. USL, Università, Teatro Comunale) si chiede di comunicare al più presto l'eventuale interesse a partecipare dando indicazione dei nominativi degli operatori e delle persone disabili.

Per informazioni, chiarimenti e adesioni contattare:
- Vito Martiello e/o Agnese Di Martino, 0532.206177 - 347.0138941, ufficio.pianodizona@comune.fe.it

Fonte:
estratto del comunicato del Comitato Ferrarese Area Disabili

Il materiale informativo ed il programma del corso sono disponibili anche presso:
- CSV - p.le Kennedy, 2 - tel. 0532/765728 - e-mail: csv@comune.fe.it
- Centro H - Via Ungarelli, 43 - tel 0532/903994 e-mail: info@centrohfe.191.it


--------------------------------------------------------------------------------

2. "A TEMPO DI MUSICAL" dalla Compagnia "Giovani 90" un Musical recitato anche da persone disabili

Lo spettacolo teatrale " A tempo di Musical – insieme contro il disagio", organizzato dalla compagnia Giovani 90 e patrocinato dal Comune, dalla Provincia , dal C.S.A di Ferrara e dalla Cooperativa Cidas si svolgerà alla sala Estense il 23 marzo alle 21.00 con ingresso libero e gratuito.
La rappresentazione, su base musicale, è il risultato dell’impegnativa ed emozionante esperienza realizzata insieme da 14 ragazzi con handicap psichico, accompagnati sul palcoscenico da 5 educatrici e da 25 membri della Compagnia.

Fonte:
Assessorato diritto allo studio, via Calcagnini, 5 - Tel.: 0532/418100 -
riferimento: Lucia Ferioli


--------------------------------------------------------------------------------

3. Essere padri, anche disabili

L’AIAS di Bologna insieme all’Associazione Girorotondo e alla Provincia di Bologna, Assessorato alla sanità, promuove un convegno sui temi della paternità. L’iniziativa nasce dall’idea di valorizzare la figura del padre e la funzione paterna come risorsa nello sviluppo emotivo e nella formazione della personalità dei figli. Centrare l’attenzione sulla presenza del padre oggi, riflettendo su tutti gli aspetti che lo riguardano, dal piano culturale, a quello sociologico e psicologico, affrontando temi quali l’immagine del padre nella storia e nella cultura, nel lavoro e nella società, nella crescita e nella evoluzione dei figli.
Il seminario si svolgerà Sabato 20 marzo dalle ore 9.30 alle 13.00 presso il Centro Sociale Villa Torchi, via Colombarola 40 Bologna (zona Corticella)
Tra gli interventi legati alle proprie personali esperienze anche quello di un padre disabile.

Info:
AIAS, Carlo Ciccaglioni ­ 051 454727 - e-mail: info@aiasbo.it

Fonte
CRH Comune Bologna


--------------------------------------------------------------------------------

4. ALUNNI DISABILI E GITE SCOLASTICHE

Il Ministero dell’Istruzione ha emanato la Nota n. 645 dell’11/04/2002 concernente le convenzioni che i dirigenti delle scuole autonome stipulano con le agenzie di viaggi per le gite scolastiche e i viaggi d’istruzione. Si pone particolare attenzione al diritto degli alunni con handicap a partecipare a tali gite, richiamando le circolari ministeriali che affidano alla comunità scolastica la scelta delle modalità più idonee per garantire tale diritto.

Tutte le informazioni all'indirizzo http://www.edscuola.it/archivio/handicap/diritto_alle_gite_scolastiche.htm

Fonte:
Centro risorse handicap Comune Bologna


--------------------------------------------------------------------------------

5. Rette per persone con insufficienza mentale.
Spetta alle ASL l'onere del pagamento degli interventi di carattere sanitario


E' disponibile nel sito www.grusol.it il testo della sentenza che affida alle ASL l'onere del pagamento della retta per un soggetto con grave insufficienza mentale e disturbo autistico. Con la sentenza 479/2004 i giudici ricordano che il DPCM (Decreto Presidente Consiglio dei Ministri) 14-2-2001 "attribuisce rilievo sanitario agli interventi con carattere di "cura" delle patologie in atto, ma non dispone che debbano definirsi tali solo i trattamenti che lascino prevedere la guarigione o la riabilitazione del paziente. A tale riguardo pare dirimente proprio il d.P.C.M. del 2001, nella parte che considera di carattere sanitario i trattamenti volti al contenimento di esiti degenerativi o invalidanti di patologie congenite o acquisite".

Tutte le informazioni all'indirizzo:
http://www.grusol.it/informazioni/03-03-04.htm

Gruppo Solidarietà, Via S. D'acquisto 7, 60030 Moie di Maiolati (AN).
Tel e fax 0731.703327,
e-mail: grusol@grusol.it

Fonte:
gruppo solidarietà


--------------------------------------------------------------------------------

6. L'amministratore di sostegno: la legge al via

Entra in vigore il 20 marzo la Legge n. 6 del 2004, che istituisce nel codice civile la figura dell'amministratore di sostegno per coloro che si trovano "nell'impossibilità, anche parziale o temporanea, di provvedere ai propri interessi". La legge è stata pensata per la fascia di popolazione più fragile: anziani, malati e disabili, ma anche tossicodipendenti, alcoolisti, carcerati, ovvero tutti coloro che hanno difficoltà ad esercitare i propri diritti civili. I beneficiari della legge possono chiedere di essere affiancati da un amministratore di sostegno (coniuge, parente, amico, assistente sociale, ecc.). Il giudice tutelare che riceve la richiesta ha sessanta giorni di tempo per la nomina, nella quale preciserà gli ambiti in cui lo stesso amministratore potrà agire (gestione di immobili, pensioni, partecipazioni societarie, rapporti con i sanitari, ecc.). Consulta la legge

Fonte:
centro maderna


--------------------------------------------------------------------------------

7. Si è insediato l'Osservatorio nazionale sulla disabilità istituito dal Ministero del Welfare.

Primo incontro operativo per l'Osservatorio nazionale sulla disabilità, istituito lo scorso febbraio dal ministero del Welfare. Dell'Osservatorio fanno parte alcune associazioni in prima linea nell'assistenza alle persone disabili: Amici dell'Associazione Bambini Cerebrolesi Lombardia, Aias Milano, Anmic (Associazione nazionale mutilati e invalidi civili), Amici dell'Istituto Sacra Famiglia, Fondazione Don Gnocchi, le associazioni "La Nostra Famiglia" e "Oltre noi la Vita, le federazioni Fish (Federazione italiana superamento handicap) e Fand (Federazione tra le associazioni nazionali dei disabili).
Il primo incontro tenutosi in questi giorni a Milano ha avuto per oggetto la discussione di una possibile collaborazione tra l'Inail e l'Osservatorio. In particolare l'Istituto nazionale per l'assicurazione contro gli infortuni sul lavoro ha dato la disponibilità a finanziare alcuni progetti innovativi nel campo della disabilità.

Tutte le informazioni sul sito:
http://www.edscuola.com http://www.edscuola.it


--------------------------------------------------------------------------------

8. Concorso Nazionale di cortometraggi prodotti da persone disabili

"Abbiamo visto film con la "disabilità" protagonista, o film che raccontano dell'handicap, esistono documentari che raccontano l'esperienza dell'essere diverso, sappiamo di attori disabili".
Il FESTIVAL CINEMA NUOVO propone tutto questo andando oltre. E' la possibilità di valorizzare, in un festival appunto, le esperienze cinematografiche che i giovani portatori di handicap realizzano all'interno delle loro comunità di appartenenza e crescita. Un festival aperto a tutte le comunità, centri socio educativi, centri diurni e associazioni di volontariato per portatori di handicap. Giunto quest'anno alla sua quarta edizione il festival offre la possibilità di cimentarsi in un'arte dove l'accento viene posto sulle "abilità", su l'essere protagonista, sulla capacità di esprimere una ricchezza interiore.
Nella prima edizione il concorso era rivolto ai Centri della sola Lombardia, nella seconda edizione ha partecipato tutta l'Italia settentrionale, nella terza edizione il festival è diventato nazionale. Quest'anno l'obiettivo è quello di allargarsi all'Europa. Il festival si svolgerà a Gorgonzola in provincia di Milano dal 13 al 16 ottobre, le iscrizioni devono essere inviate entro il 31 maggio 2004; i cortometraggi realizzati devono arrivare entro e non oltre il 1 luglio 2004.
In attesa dell'evento, il Festival Cinema Nuovo propone, nei giorni 18/19/20 marzo, un seminario gratuito di cinematografia riservato ad educatori.
Sul sito www.festivalcinemanuovo.it tutte le informazioni e le modalità per l'iscrizione.

Per informazioni:
Rocco Malaguzzi Segreteria festival c/o C.S.E. via toscana 6/a 20064 Gorgonzola (MI)
tel. 340 5045477 - fax 02 95303463 info@festivalcinemanuovo.it

Fonte:
CSV ferrara


--------------------------------------------------------------------------------

9. A TREVISO UN GRUPPO DI STUDIO SU HANDICAP E SESSUALITA'

Il recente appello del Papa al rispetto della sfera affettiva e sessuale delle persone disabili ha suscitato voci di consenso e riflessioni anche nel territorio trevigiano. Proprio a Treviso, infatti, all'interno della Fondazione "Il nostro domani" Onlus, è nato un gruppo di ricerca sull'affettività e sessualità delle persone disabili.
"Giovanni Paolo II dice che la persona disabile, come le altre e più delle altre, ha bisogno di amare e di essere amata, di tenerezza, di vicinanza e di intimità" spiega il presidente della Fondazione, mons. Fernando Pavanello "Per questo abbiamo cominciato un percorso che ci porta ad interrogarci, senza falsi pudori o pregiudizi ma con grande rispetto, su quali esigenze la persona diversamente abile manifesti e come possa viverle in armonia con se stessa e la propria crescita". Il gruppo di studio è formato da componenti di associazioni di volontariato socie della Fondazione, responsabili della comunità alloggio di Cavrié, operatori del settore, genitori, sacerdoti: tutti hanno esperienza diretta e quotidiana di vita insieme a persone disabili. "Stiamo ricevendo molte richieste di informazioni su questa tematica che è molto sentita dagli stessi disabili. Molti sono gli aspetti che prendiamo in esame: quello affettivo (il bisogno di relazione e amicizia, ma anche l'innamoramento), quello erotico, ma anche gli aspetti etici, religiosi e sociali" continua il presidente.
"Nessuna pretesa di fornire 'ricette': sappiamo di non poter generalizzare, dal momento che ogni persona è unica, ed originali sono anche le sue problematiche". Al termine di questo percorso, verrà redatto un documento, che traccerà le linee guida per gli operatori che già lavorano nel settore. Il progetto rientra quindi nell'ambito delle numerose iniziative a favore dei disabili promosse dalla Fondazione "il Nostro Domani", che da anni è impegnata nella progettazione e nella realizzazione di comunità alloggio, alternative all'istituto, per la fase del 'dopo di noi', quando alla persona disabile verrà a mancare il sostegno della famiglia. Il suo modello di accoglienza ha ispirato lo stesso Ministero del Welfare che recentemente ha annunciato il finanziamento in provincia di Treviso di comunità alloggio per oltre due milioni di euro.
La Fondazione "Il nostro domani" Onlus intanto procede con i suoi progetti di case di accoglienza nella Marca trevigiana: dopo l'inaugurazione della "Casa Giovanni De Rossi" a Cavrié di San Biagio di Callata, è stata posata la prima pietra di Casa "Spigariol e Minatel" a Breda di Piave e sta per essere terminata anche Casa "M. Adelaide Da Sacco" di Vidor. Ed altre strutture sorgeranno anche a Preganziol, Conegliano, Volpago del Montello e Lutrano (vicino a Oderzo), per rispondere ad un bisogno molto sentito nel territorio: sono 1121 i disabili in provincia di Treviso, tra i 18 e i 65 anni, che nel breve periodo attendono una soluzione per evitare il ricovero in istituto.

Fonte
CRH Comune di Bologna


--------------------------------------------------------------------------------

10. MOBILITA': AIUTACI A CAPIRE!

Disabili.com, in collaborazione con Global Insight (società che si occupa di sondaggi e studi), vuole realizzare un'inchiesta sui problemi di mobilità dei disabili italiani.
I risultati dell'inchiesta, oltre ad essere pubblicati su Disabili.com, saranno messi a disposizione dei costruttori di automobili con l'obiettivo di predisporre i veicoli ad essere più facilmente "adattati" alle necessità specifiche delle persone portatrici di handicap o con mobilità ridotta!

Il modulo per partecipare può essere reperito all'indirizzo:
http://www.disabiliforum.com/prodotti/inchiesta_mobilita.htm

Fonte:
disabili.com


--------------------------------------------------------------------------------

11. Classificazione delle disabilità (ICF):
Al via i lavori del gruppo di coordinamento promosso dal Ministero del Welfare


Con la riunione, il 3 marzo scorso, del Comitato di coordinamento per la realizzazione del progetto sperimentale per l'introduzione della nuova classificazione sulla disabilità, è iniziato ufficialmente in Italia il progetto ICF (Classificazione Internazionale sulle Funzionalità) promosso dal Ministero del Welfare e realizzato da Italia Lavoro e dall'associazione no profit Disability Italian Network. L'iniziativa è la prima al mondo ad essere promossa istituzionalmente ponendo l'Italia all'avanguardia. La classificazione è approvata dall'Organizzazione Mondiale della Sanità. Il progetto prevede congressi, seminari e corsi di formazione. Il Comitato di coordinamento, il progetto ICF in Italia, e il Disability Italian Network:
http://www.welfare.gov.it/EaChannel/Notizie/ComitatoICF.htm?baseChannel=Notizie&actualChannel=

Fonte:
welfareinforma


--------------------------------------------------------------------------------

12. Campagna informativa sul collocamento obbligatorio: 'Che i diritti prevalgano'
Anche in Provincia di Ferrara alcune date


Un punto mobile di informazione e comunicazione itinerante sulle opportunità offerte dalla legge 68 del 1999 in materia di collocamento al lavoro delle persone con disabilità. E' la campagna 'Che i diritti prevalgano', che, iniziata il 9 marzo, arriverà in 100 città del centro nord in raccordo con il lavoro svolto dai Centri per l'Impiego.
In provincia di Ferrara le tappe previste sono:
- Portomaggiore, P.zza Umberto I il 27/03/04
- a Poggiorenatico il 28/03/04 in P.zza Castello

Le altre tappe, i riferimenti normativi e la documentazione sul collocamento obbligatorio:
http://www.welfare.gov.it/EaChannel/Notizie/Chieti68_99.htm?baseChannel=Notizie

Fonte:
welfareinforma


--------------------------------------------------------------------------------

13. Ausili: nasce Eastin, la rete europea degli ausili tecnologici.

Si è tenuto a Milano lo scorso 4 e 5 marzo un incontro di esperti europei per varare il progetto Eastin, European Assistive Tecnology Information Network, rete informativa europea sulle tecnologie di ausilio. Obiettivo del progetto, che nella prima fase durerà 18 mesi, è mettere in rete le banche dati già presenti in alcuni paesi d'Europa, per risolvere i problemi dovuti alla varietà delle piattaforme tecnologiche, agli standard di classificazione, rendendo accessibile il patrimonio di informazioni, conoscenze ed esperienze in modo uniforme a tutti i cittadini comunitari, alle persone disabili, ai loro familiari, agli operatori del settore ed alle aziende produttrici. Sarà la Commissione europea a finanziare il progetto.

Tutte le informazioni e i partner:
http://www.welfare.gov.it/EaChannel/Notizie/Eastin.htm?baseChannel=Notizie

Fonte:
welfareinforma


--------------------------------------------------------------------------------

14. RASSEGNA STAMPA

I disabili al lavoro: lo insegna un master dell'università di Ferrara


E’ stato da poco presentata la seconda edizione del master di primo livello su “Sostegno e integrazione dei disabili: educazione e inserimento lavorativo”. Il master viene realizzato dall’università in stretta collaborazione con la Città del Ragazzo di Ferrara. Il Master, che si svolgerà dal maggio 2004 a gennaio 2005 ed è completamente gratuito, grazie al finanziamento dell’Ue, ha l’obiettivo di formare professionisti per l’integrazione delle persone con disabilità, con particolare attenzione all’inserimento socio-lavorativo. Sono quindi volutamente limitati gli aspetti terapeutici mentre ci si concentra l’attenzione sulla valorizzazione delle capacità delle persone con disabilità fisica e psichica. Inoltre il carattere aperto ai laureati di tutte le discipline, da un minimo di 12 ad un massimo di 25, dà la possibilità di formare professionisti con competenze di base diversificate che arricchiscano il lavoro di equipe e la possibilità di creare percorsi educativi diversi.
Il master, a cui ci si può prescrivere entro il 26 marzo scaricando il bando di concorso dal sito www.unife.it o ritirandolo all’Ufficio dottorato di ricerca e formazione post-laurea, e a cui si accederà dopo accurate selezioni in aprile, sarà composto da un totale di 1.000 ore: 500 di studio individuale (lezioni teoriche, laboratori, seminari), 500 di stage (in strutture scelte dallo stesso corsista anche fuori provincia) e una parte di formazione a distanza di 80 ore. Il master, inoltre, è pensato per chi già lavora, occupando solo due o tre pomeriggi alla settimana.
...Omissis...

Fonte:
"La nuova Ferrara" - 9 marzo 2004



vai al sommario della pagina
 

salta le informazioni sulla redazione e vai alle validazioni W3C
Ultima modifica: 22-11-2005
REDAZIONE: Centro H - Informahandicap
E-MAIL: info@centrohfe.191.it

 


Servizio Sistemi Informativi - Sviluppo Comunicazioni
Redazione WWW - Via Monsignor L. Maverna, 4 - 44122 Ferrara